Crea sito

Tutto passa, l’album dei Calciatori resta

Domani è il 6 gennaio. I bambini aspettano la Befana per ricevere una calzetta piena di dolcetti da gustare per rendere meno amaro il rientro a scuola dopo le feste natalizie. In alcuni casi, tuttavia, il dolciume è accompagnato da un pensierino e non sarebbe quindi una sorpresa scoprire che, all’interno delle calzette, ci siano alcuni oggetti di vario genere, forse dei pacchetti di figurine. Gli anni passano e magari siamo di fronte ad una tradizione ormai desueta, ma negli anni ’90 molti bambini attendere proprio l’ultimo giorno di vacanze di Natale per ricevere un album e tanti pacchetti. Vi domanderete di cosa, o meglio ve lo state domandando? Non ne sono così sicuro, parliamo di uno degli oggetti più amati da chi è bambino e chi bambino non lo è da ormai parecchi anni, l’album dei Calciatori Panini.

Una vera e propria istituzione, quasi una necessità per gli appassionati di calcio. Le cose con il passare degli anni sono cambiate: prima con l’arrivo della ‘concorrenza’ con decine di collezioni che hanno sviato l’attenzione degli appassionati e poi con l’avvento della tecnologia che ha regalato nuove attrazioni ai più piccoli. Tuttavia scartare un pacchetto di ‘figu’ mantiene il proprio fascino e, seppur con tutte le novità del caso, la raccolta dei Calciatori resta un punto di riferimento importante. Parlando di novità degli ultimi anni, ricordo uno degli eventi organizzati dalla Panini per lo scambio delle figurine e una delle cose che mi divertì di più fu il vedere i genitori accanirsi per fare gli scambi con altri genitori e i rispettivi figli pensare ad altro. Forse quando si attacca una figurina, quando si apre un pacchetto con l’inconfondibile odore della colla con la speranza di trovare proprio quel giocatore che ti manca, viene meno il fattore “età” e si lascia lo spazio alla passione. Si torna bambini ed è un’emozione che spesso fa bene.  

Le figurine hanno portato alla nascita di vere e proprie leggende, a partire da Pier Luigi Pizzaballa, la cui figurina negli anni in cui indossava la maglia dell’Atalanta era introvabile. Erano gli anni sessanta, ma il racconto legato a questa celebre figurina è stato tramandato di generazione in generazione. Oltre al portiere bergamasco ce ne sono stati altri di ‘introvabili’ e, verosimilmente, chiunque abbia fatto la raccolta panini almeno una volta nella vita, avrà una serie di aneddoti da raccontare. 

Non si gioca più a figurine come una volta, non c’è più la curiosità di vedere il volto di un calciatore o scoprire quando e dove è nato, ma ancora una volta recarsi in edicola e chiedere “5 pacchetti dei Calciatori” sarà un’emozione, non solo per i bambini, ma anche per gli adulti.

Ti potrebbe interessare anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: